Prodotto

Avvitatori automatici autoalimentati

Gli avvitatori automatici WEBER soddisfano le più elevate esigenze tecnologiche nell’ambito dei processi di assemblaggio. Grazie all’elevata tecnologia che ne sta alla base, gli avvitatori automatici WEBER sono particolarmente adatti per processi di giunzione più complessi con tempi ciclo molto brevi, oltre che esigenze qualitative elevate. I sistemi WEBER caratterizzati da modularità costruttiva e customizzazione di tutte le parti a contatto con la minuteria, consentono ampia flessibilità d’impiego e garanzia di affidabilità del processo di avvitatura. Gli innesti a baionetta del cacciavite e della testina assicurano riattrezzaggi rapidi dell’inserto con drastica riduzione dei fermi macchina.

Durata elevata grazie a superfici resistenti all’usura
Economicamente vantaggioso a partire da 60.000 cicli all’anno
Massima ergonomia grazie alla struttura compatta
Massa ed inerzia contenute per la massima qualità del serraggio
Maggiori informazioni sui sistemi di avvitatura automatici

Avvitatore automatico SER / SEB

I mandrini di avvitatura in versione SEB e SER, grazie alla loro modularità, forniscono il massimo della flessibilità. La versione SER è corredata della sola corsa del cacciavite, mentre la verione SEB dispone sia della corsa del cacciavite che di approccio e disingombro della testa di avvitatura. Entrambe le versioni sono autoalimentate e presenti in diverse taglia per avvitature da 0.2 Nm fino a 120 Nm. Tutte le versioni sono disponibili con e senza trasduttori di coppia angolo.

Avvitatore automatico con vuoto SEV

L’avvitatore automatico SEV dispone della tecnologia del vuoto. La chiave di avvitatura mediante vuoto spinto trattiene e guida correttamente in asse l‘elemento (vite o dado) anche in posizioni di difficile accesso e ingombri particolarmente profondi.

Avvitatore pick & place SEV-P

L’avvitatore automatico SEV-P è predisposto per applicazioni pick & place. Come per il sistema di avvitatura collaborativo SEV-C, anche la versione SEV-P è progettata per l’impiego con robot leggeri. Può essere associato ad una stazione automatica di cambio utensile, con più cacciaviti posizionati e scambiabili in automatico, consentendo di realizzare diversi processi di avvitatura con un solo sistema.

Avvitatore automatico collaborativo SEV-C

Il sistema di avvitatura SEV-L, grazie al suo peso ridotto è particolarmente adatto all’impiego con robot leggeri. Grazie all’alimentazione automatica delle viti è possibile realizzare cicli molto rapidi. La versione SEV-C invece è concepita per l’utilizzo in ambiente collaborativo tra uomo e macchina, assicurando massimi livelli di sicurezza.

Avvitatore automatico SEV-L / SER-L

Sistemi di avvitatura adatti a robotiche leggere. La versione SEV-L dispone inoltre della tecnologia del vuoto adatta ad avvitatura in ingombri angusti e profondi.

Avvitatore a slitta SEV-E

Il sistema di avvitatura SEV-E unisce i vantaggi della tecnologia del vuoto con un design a slitta che rende possibili avvitature in ingombri molto profondi anche oltre 150 mm. Disponibile in diverse taglie da 0.3 Nm fino a 120 Nm, con e senza ausilio del trasduttore di coppia angolo.

Avvitatore automatico SEM / SEK

I modelli SEM e SEK sono avvitatori automatici autoalimentati specificamente concepiti per l’avvitatura di dadi flangiati e non (conformi alle norme DIN) o di viti a profilo speciale. La versione SEK nasce per viti a testa grossa e gambo corto. Entrambi i modelli utilizzano la tecnologia del vuoto per alimentare e serrare in modo sicuro ed efficace anche elementi particolarmente complessi da trattare.

Domande frequenti relative agli avvitatori automatici

Quale tempo ciclo possiede un avvitatore automatico con alimentazione?

In un processo di avvitatura automatica con alimentazione della vite/dado, sono possibili tempi ciclo < 1 secondo. Il tempo più lungo da considerare è l’alimentazione della vite successiva a partire dallo start all’avvitatura al primo punto. Tale tempo è detto start/start e la tecnologia WEBER riesce a ridurlo ai massimi possibili grazie al braccetto oscillante, che consente l’asservimento dell’elemento successivo in tempo mascherato già durante l’avvitatura in essere.

Quali elementi possono essere processati/avvitati da un sistema di avvitatura automatico?

Viti, perni, dadi e molto altro. Il tuo elemento di giunzione non è tra quelli elencati? Rivolgiti al tuo referente di zona.

Quando viene utilizzata l’avvitatura automatica?

L’avvitatura automatica WEBER viene utilizzata per processi di giunzione complessi e non, con tempi ciclo molto brevi e requisiti di qualità elevati. Si stima che un sistema automatico di avvitatura diventi vantaggioso, in termini economici, a partire da circa 60.000 cicli all’anno. Grazie all’automatizzazione del processo di avvitatura possono essere soddisfatti e riprodotti gli alti requisiti qualitativi richiesti dal cliente. I settori di applicazione si possono trovare alla pagina web di WEBER alla voce “applicazioni”.

Con quale velocità si muove una vite nel tubo di alimentazione?

La velocità dipende dall’elemento da trasportare. Come valore guida si può partire da una velocità di 10m/s.

Come funziona un sistema di avvitatura con alimentazione automatica delle viti?

Un sistema di avvitatura automatico è composto da un’unità di alimentazione e uno o più mandrini di avvitatura. Le viti (o altri elementi di giunzione), caricate nell’unità di alimentazione come materiale sfuso, vengono dapprima orientate meccanicamente in tramoggia con l’ausilio di diversi dispositivi, quindi singolarizzate tramite un apposito selettore (anche detto separatore). In tal modo, il singolo elemento casca nel tubo collegato alla testa di avvitatura e uno per volta viene soffiato, tramite il tubo, verso il mandrino di avvitatura. A seconda della geometria del pezzo su cui avvitare, viene utilizzata una specifica tecnologia che consente di guidare correttamente la vite/dado al punto su cui avvitare. Il sistema, corredato di centralina di processo, monitora in tempo reale (angolo, coppia, quota analogica e tempo) il serraggio durante l’avvitatura.

Cos’è un avvitatore automatico?

Un avvitatore automatico WEBER è un sistema di avvitatura completo di mandrino/testa di avvitatura, di unità per l‘asservimento automatico dell’elemento (vite, dado, perno…) e di sistema di controllo del serraggio. Normalmente, il mandrino è movimentato da assi cartesiani o robot, oppure montato su una struttura fissa. Il sistema così concepito consente di realizzare processi di avvitatura estremamente rapidi, di alta qualità e perfettamente ripetibili.

WEBER Automazione Italia s.r.l

WEBER Schraubautomaten GmbH è un’innovativa azienda a conduzione familiare che attribuisce grande valore alla creazione di una catena del valore sostenibile. Il risultato sono prodotti di alta qualità altamente sicuri, che rendono efficienti i processi di produzione. Il vostro successo è il nostro successo.

This site is registered on wpml.org as a development site. Switch to a production site key to remove this banner.